Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Comportamento Cura Salute

Fiori di Bach per cani: a cosa possono servire?

I fiori di Bach sono estratti floreali che incidono sul benessere interiore ed emotivo.

Possono essere utilizzati da adulti, anziani, neonati, bambini e persino da animali.

I Fiori di Bach per i cani vengono utilizzati per risolvere una varietà di problemi comportamentali.

Questi rappresentano un’evenienza piuttosto comune nei cani, e gli estratti di cui parleremo consentono un approccio naturale al loro trattamento.

Vediamo allora i problemi comportamentali affrontati coi fiori di Bach per cani, e come adoperare questi rimedi.

Problemi comportamentali trattabili con i Fiori di Bach per cani

Gli esempi sono piuttosto nutriti:

  • abbaio eccessivo: ogni volta che suona il campanello, che qualcuno passa o che un rumore giunge dalla strada il cane inizia ad abbaiare (se il comportamento disfunzionale si verifica pure di notte il disagio per i vicini è assicurato)
  • ansia da separazione: il cane avverte stress nel separarsi dalle persone a cui è maggiormente legato, e ciò può tradursi in un’ampia gamma di comportamenti:
      • seguirti ovunque all’interno della casa
      • cercare di lasciare la casa con te quando te ne vai
      • abbaiare, piagnucolare o lamentarsi dopo che te ne sei andato
      • assumere comportamenti distruttivi, come masticare o distruggere oggetti quando è da solo
      • marcare il territorio anche se gli è stato insegnato a non farlo
      • ansimare o bavare
      • tolettarsi o leccarsi ossessivamente
  • entusiasmo eccessivo: alcuni cani iniziano a fare la pipì sul posto
  • timori: le paure possono indurre un comportamento timido, o al contrario uno aggressivo
  • aggressività, verso gli altri cani o le altre persone
  • adattamento ad un nuovo ambiente: molti cani hanno problemi in questo senso, e sperimentano tensione interna e stress
  • comportamento eccessivamente sessuale (“montare la gamba”)
  • postumi di un trauma, che possono sfociare in aggressività o iper-dipendenza.

Alcuni dei rimedi più noti a base di i Fiori di Bach per cani

L’assunto di base è che anche i cani sono capaci di emozioni, esattamente come l’uomo.

E questo significa che è necessario osservare attentamente la loro situazione emotiva per capire quale rimedio adoperare.

A seconda infatti che Fido sia spaventato, aggressivo, triste, iperattivo (una combinazione di questi stati) andranno adoperate certe combinazioni di fiori piuttosto che altre.

Poiché le miscele vanno personalizzate sarebbe meglio rivolgersi ad un esperto.

Tra i rimedi più noti:

  • Rescue Remedy: una sorta di pronto soccorso universale quando il cane risulti agitato per un viaggio o una visita dal veterinario; manifesti paura per forti rumori (p.es. i botti di Capodanno); abbia subito maltrattamenti, un forte shock o sia stato abbandonato; qualora dovesse cambiare casa. In generale è utile per fronteggiare una situazione acuta.
  • Heather: utile quando il cane si mostri incapace di restare solo o tema l’abbandono
  • Vine: è indicato per i cani dominanti, dal carattere autoritario e prepotente, che varranno così aiutati a diventare più collaborativi con gli altri animali e con gli umani.
  • Mimulus: è il fiore delle paura. Quando rumori forti lo fanno trasalire o se ha paura nell’affrontare un viaggio, questo è il rimedio che dona calma e rilassatezza. Se, invece, il temporale lo terrorizza al punto che il cuore sembra balzare fuori dalle costole e il respiro diventa un ansimare veloce, è più appropriato somministrargli Rock Rose, che è proprio il fiore per panico, cioè il terrore che paralizza
  • Holly: è il fiore della gelosia e della possessività. Quando Fido mostra aggressività verso chi ci si avvicina, soprattutto se è un altro cane o un altro animale o cerca di difendere il suo territorio abbaiando, questo rimedio permetterà di tranquillizzarlo e rasserenarlo
  • Star of Bethlehem: è il rimedio per curare le ferite emotive dovute a traumi (abbandoni e maltrattamenti sono tra questi).

Fiori di Bach per cani: pro e contro

Tra i vantaggi dei fiori di Bach ci sono:

  • assoluta mancanza di effetti indesiderati e controindicazioni
  • nessun effetto allergizzante né assuefazione
  • nessuna interferenza con le normali terapie farmacologiche.
  • non necessitano di prescrizione medica.

Lo svantaggio di affrontare i problemi comportamentali coi fiori di Bach per cani è solo uno, ma grosso come un macigno: la reale efficacia!

Che è stata ripetutamente invalidata dalla ricerca clinica e scientifica internazionale, che in numerosi studi ha evidenziato come il loro effetto sia simile a quello del semplice placebo.

Mentre la maggior parte delle prove disponibili sull’efficacia e la sicurezza dei fiori di Bach presenta un elevato rischio di parzialità, dovuta principalmente all’assenza di rigore metodologico nello svolgimento degli studi.

Ma comunque, pur non volendo ammettere che funzionino, è bene ricordare che grossi problemi comportamentali necessitano di un istruttore o di un comportamentista.

E di un cambiamento in primis di noi stessi.

Non si può certo pensare che i fiori di Bach per cani facciano miracoli!!!

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
5 / 5 (1 voti)
error: © copyright dog.it