Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Accessori Cura Prevenzione Salute

Scarpette per cani: ce n’è davvero bisogno?

La risposta alla domanda è: sì, in alcuni casi.

Molte sono le famiglie che hanno il privilegio di vivere con un animale domestico.

Per queste il pet è, a ragione, un membro del nucleo, e come tale va curato e accudito.

Talora però la situazione sfugge di mano, e si passa dai dovuti riguardi agli eccessi (di antropomorfizzazione).

Analizziamo allora più da vicino la questione –a cosa servono le scarpette per cani, quando sono realmente utili e quando se ne può fare francamente a meno…

Scarpette per cani: i bisogni a cui rispondono

Come si accennava, vestiti e accessori per cani spesso e volentieri riflettono più una moda che un reale bisogno.

Tuttavia, cercando di capire a cosa servono le scarpette per cani, si comprende che sopperiscono ad alcune esigenze.

La prima, quella massimamente condivisibile, riguarda la loro salute.

Alcune ferite vanno coperte per essere tenute il più possibile pulite e per evitare che il cane le lecchi.

Quando queste ferite coinvolgono le zampe ben venga l’uso delle scarpette.

La seconda motivazione è connessa alla meteorologia.

In inverno ci sono zone della penisola particolarmente fredde e quasi costantemente soggette a pioggia o neve.

In questi casi l’uso delle calzature potrebbe prevenire infortuni: sassi bagnati potrebbero essere scivolosi (magari un cane anziano potrebbe avere problemi al riguardo), mentre quelli gelati potrebbero addirittura provocare tagli.

Senza dimenticare che il ghiaccio ustiona esattamente come il fuoco.

E a proposito di fuoco, lo stesso discorso vale per i torridi pomeriggi estivi, durante i quali le pietre e l’asfalto possono diventare incandescenti.

Ora, è vero che le zampe dei cani sono estremamente resistenti, e la pelle dei cuscinetti è circa 50 volte più spessa di quella del resto del corpo, ma neve, ghiaccio e temperature molto fredde/calde possono comunque rappresentare una difficoltà per quelle razze non abituate ai climi estremi e per quegli esemplari che sono avvezzi al caldo di plaid e termosifoni.

La terza ragione per servirsi delle calzature per cani riguarda la nostra voglia di condivisione: magari siamo escursionisti e/o scalatori, per noi sono abituali percorsi accidentati di ghiaia e sassi, e vogliamo portare con noi Fido, cercando di prevenirne dei possibili infortuni.

Quali modelle di scarpette per cani?

Così come accade per gli esseri umani, anche le scarpe per cani non sono tutte uguali.

Ogni modello presenta delle caratteristiche ben precise.

Pertanto è opportuno valutare scrupolosamente alcuni elementi al fine di acquistare il prodotto migliore.

Oltre che della misura giusta.

Sconsigliato comprare scarpe troppo grandi pensando che l’animale possa avere maggiore libertà di movimento, o troppo piccole perché creerebbero fastidi e dolori.

Tra le diverse tipologie:

  • SCARPE DA PIOGGIA: realizzate con una struttura impermeabile, non lasciano penetrare l’acqua, sono generalmente prodotte in gomma naturale e biodegradabile, difficilmente si usurano e quindi durano nel tempo. Sono prive di cerniere, zip o cinghie, dunque confortevoli. Non presentano imbottitura per cui aderiscono perfettamente al terreno
  • SCARPE PROTETTIVE: ideali per percorsi con ghiaccio, neve o ghiaia, sono realizzate quasi sempre in neoprene, comode, resistenti, perfettamente aderenti (anche grazie alla gomma antiscivolo della suola). Quasi sempre traspiranti, assorbono l’umidità e sono facili da indossare (grazie alla chiusura in velcro)
  • SCARPE PER CANI DA SLITTA: sono progettate per una maggiore aderenza e sono quasi sempre in nylon, confortevoli, pratiche, funzionali ed efficienti
  • calzini antiscivolo per cani: da usare indoor per preservare il pavimento di casa e allo stesso tempo riscaldare l’animale durante i periodi più freddi. Tuttavia non sono progettate per gli esterni come le scarpette per cani…
 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
2 / 5 (1 voti)
error: © copyright dog.it