Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Comportamento

Anche i cani possono avere paura dell’acqua: ecco cosa fare…

paura dell'acqua nel cane

Non è detto che Fido debba per forza essere un cane da salvataggio, e nemmeno che sia uno di quegli esemplari che al mare si divertono come forsennati, perché ce ne sono alcuni che hanno paura dell’acqua: ma perché?

In una buona parte di casi le motivazioni sono da rinvenire in esperienze precedenti, quando il cane potrebbe:

  • essere stato costretto ad entrare in contatto con l’acqua
  • aver associato un castigo ricevuto con l’acqua
  • aver vissuto un’esperienza traumatica legata all’acqua;

oppure vivere uno stato di disagio connesso all’elemento:

  • un dolore che impedisce all’animale di bagnarsi (come nel caso dell’otite)
  • l’anzianità, che induce insicurezza
  • le condizioni dell’acqua (troppo fredda, calda o profonda).

I comportamenti che indicano un’effettiva paura dell’acqua

Se Fido prova a fuggire, resta immobile o tenta di mordere, allora c’è una reale paura; se addirittura ansima senza sosta, ha il battito accelerato, trema, si tratta di una vera e propria fobia.

Come appurarlo?

Tentalo col cibo, oppure col suo gioco preferito, avvicinandoti all’acqua poco per volta: se ti segue puoi stare tranquillo, se invece palese una delle condotte di cui sopra meglio farsi aiutare da un educatore cinofilo.

Ma sappi che il lavoro sarà lungo e prevederà:

  1. l’uso di premi, ricompense e complimenti che rinforzino i comportamenti positivi
  1. l’incremento progressivo della distanza tollerata dal cane rispetto all’elemento “disturbante”.

Saranno banditi invece:

  • punizioni
  • obblighi
  • rinforzo negativo.

Solo in questo modo l’intervento contro la paura dell’acqua nel cane potrà essere efficace.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
4 / 5 (1 voti)