Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Un uomo droga il cibo del cane per farlo crollare, ma in realtà ha un altro obiettivo

storie di cani

Questa è una storia fatta di crudeltà  e di tanta cattiveria verso gli animali.

Una donna ha avvistato un cane randagio e sofferente per strada, gli ha scattato una foto e ha inviato un appello urgente a Missione Paws’ible.

Il cane aveva bisogno di aiuto ma non si lasciava avvicinare da nessuno. Così, Prue, uno dei volontari, ha ritenuto necessario sedarlo.

Gli ha messo del sonnifero all’interno della sua ciotola e quando il cane si è assonnato, si è potuto avvicinare.

Grazie a questa mossa, il cane è potuto entrare in clinica veterinaria e farsi curare, ma ancora non riusciva a fidarsi delle persone. Doveva aver avuto sicuramente un passato traumatico.

Al risveglio, il cane aveva capito la mossa di Prue e rispondeva ad ogni comportamento con ringhi e abbai.

I volontari pensavano che il cane non sarebbe riuscito a farsi adottare, ma un bel giorno arriva la notizia dell’adozione. Una donna è felice di portarlo a casa con sè.

Ci sono voluti mesi affinchè il cane si affezionasse alla sua padrona, mesi terribili fatti di continui ripensamenti, ma grazie alla tenacia della donna oggi il cane ha una nuova vita e si sente amato.

Credits: ilovemydogsouch

 

 

Le migliori tariffe per i nostri lettori. Risparmio Assicurato

Per tutti i lettori di Dog.it le migliori tariffe per viaggi vacanza o viaggi di affari

 

Leggi anche:

A 7 anni salva il cane randagio dall’aggressione dei bulli

Monica Nocciolini

“Per me può anche morire”. La storia di Tesca, 41 kg di amore mai apprezzata dal suo umano

aggiornamenti

Curiosità sui cani: quello che probabilmente non sai di loro!

Giuseppina Russo

Cagnolino di 2 mesi trovato in un cantiere edile, viene salvato da un operaio

Stefania Di Carlo

Cucciolo abbandonato in autostrada, passante sfida il traffico per salvarlo

Monica Nocciolini

Incendio a Foggia, muore il cane Marley per mancanza di un ambulatorio. L’indignazione

aggiornamenti