Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

La storia di “Picasso”, il cagnolino speciale adottato dalla sua veterinaria

Anche fra gli animali esistono quelli più fortunati e quelli che lo sono meno.

Picasso ha un muso bizzarro, come bizzarri sono i  quadri del famoso pittore. Per questo motivo è stato chiamato come lui.

Picasso non è mai stato ben voluto, anzi: se non fosse stato per Zoe Ramagnano,  una dottoressa veterinaria che ogni giorno di prende cura degli animali dei rifugi, Picasso sarebbe ancora in canile.

Chi mai adotterebbe un cane così? Non tutte le persone sono sensibili ed il rischio per un cagnolino speciale è quello di restare solo per sempre.

Guardarlo sbadigliare è una delle mie gioie più grandi“. Così Zoe Ramagnano racconta di come si è innamorata di Picasso.

Picasso, nonostante la sua deformità grave è in grado di mangiare autonomamente e sentire gli odori. Vive una vita piena e felice grazie alle cure della sua umana. E poi addirittura gioca con altri cani. Tutte cose che in canile non avrebbe mai potuto fare.


Iscriviti alla Newsletter di Dog.it per restare sempre aggiornato sul mondo del cane: storie, appelli, richieste di adozione, nuovi prodotti pet e offerte riservate ai nostri lettori!

Leggi anche:

Morto di tristezza: non sopportava di vivere da solo, dopo che la sua umana è morta in un incidente

aggiornamenti

Il cane è disabile, lui lo porta in braccio a giocare con gli amici

Monica Nocciolini

Le fiamme in casa nella notte e il cane Maggie salva la famiglia

Monica Nocciolini

L’ingegnoso modo del cane randagio assetato per chiedere acqua

Monica Nocciolini

Ritrova il suo cane dopo mesi di ricerche: la sua reazione è incredibile

dogitpanel

La storia di Inocencia: nessuno voleva adottarla a causa del suo aspetto 

dogitpanel