Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

“Il naso umido del cane guida Salty mi ha salvato dall’inferno dell’11 settembre”

Questa storia arriva dall’inferno. Quello dell’11 settembre 2001 a New York, quello dell’attacco terroristico alle Torri Gemelle. Quel giorno, in un ufficio al 71° piano di una delle Torri, c’erano anche il tecnico informatico Omar Eduardo Rivera, non vedente, e il suo cane guida Salty, un labrador color miele.

Quando l’aereo si schiantò contro la torre dove si trovavano, Rivera pensò subito che per lui fosse finita: non sarebbe mai riuscito, con la sua disabilità, a guadagnare l’uscita in tempo. Salty sì, però. E allora, decise di dargliene la possibilità. Gli sganciò il guinzaglio, lo accarezzò sul capo e gli ordinò di scendere le scale.

Salty obbedì. Anche spinto dalla calca, si fece largo tra fumo e fiamme verso l’uscita e perse di vista Rivera, intanto già rassegnato alla fine. Finché sentì umido sulla gamba: era il naso di Salty, che aveva risalito le scale della Torre per tornare dal suo umano e condurlo fuori. Lo fece, con l’aiuto di un collega del non vedente. Scesero le scale pericolanti. Appena in tempo: la torre nord crollò alle loro spalle non appena raggiunsero i soccorsi.

Leggi anche:

La storia di Juji, il cagnolone gigante più famoso del web 

dogitpanel

Cani viaggeranno gratis su Trenitalia tutta l’estate: iniziativa per contrastare gli abbandoni 

dogitpanel

Due cani abbandonati legati e senza cibo, lei non ce l’ha fatta

Monica Nocciolini

Corre corre nel bosco, poi il cane resta intrappolato in una buca sotto terra

Monica Nocciolini

Stress da pandemia, e l’ospedale assume il cane Shiloh

Monica Nocciolini

Cane abbandonato in un rifugio: non smette di piangere dietro la porta 

dogitpanel
error: © copyright dog.it