Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Notizie

Cuccioli chiusi nella game machine come premi vivi, protesta innescata dalla modella cinese

Cuccioli di cane nel cubicolo di sopra e di gatto in quello di sotto. Tutti chiusi nella game machine di un grande magazzino cinese, a Shanghai, come premio di gioco. A documentare fotograficamente l’accaduto, innescando la protesta, è stata la modella cinese Ju Xiaowen attraverso Weibo. Da lì le immagini desolanti – coi cuccioli che ciondolano rinchiusi in quella situazione, esposti al rumore e alla luce artificiale, con poca aria – hanno fatto il giro delle testate internazionali.

Il meccanismo era che il giocatore tentasse la fortuna sul monitor. Se vinceva, poteva ottenere un cagnolino o un micetto in regalo. Dopo la diffusione delle immagini e il montare dell’indignazione, la società dei distributori a premi ha rimosso in tutta fretta la macchina da gioco, scusandosi. Hanno affermato di aver installato il distributore in occasione di Halloween.

Le bestiole, tutte in tenerissima età, sono state liberate e portate di filato dai veterinari per valutarne le condizioni di salute dopo la reclusione della macchina a gettone. L’associazione PETA ha spiegato che hanno rischiato di morire per lo stress, la disidratazione e la fame.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
5 / 5 (1 voti)

Leggi anche:

Cani e proprietari a sei zampe incontro al diabete

Monica Nocciolini

Addio all’angelo custode inglese dei cani di Sicilia, scomparso prematuramenteo John Peter Sloan

Monica Nocciolini

Contro l’Alzheimer il cane può

Monica Nocciolini

Con l’ascia per liberare il cane agonizzante chiuso in auto

Monica Nocciolini

Per i cani randagi del Kosovo una mano dai militari italiani e Oipa

Monica Nocciolini

Il suo volo è annullato, cane chiede il risarcimento e lo ottiene

Monica Nocciolini
error: © copyright dog.it