Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

“Mamma dove sei?” cane smarrito nell’aeroporto più trafficato del mondo: Maia cerca la sua umana

Aggiornamento del 13 settembre 2023

Siamo felici di comunicarvi che Maia è stata ritrovata sana e salva!

A distanza di 24 giorni Maia ha potuto riabbracciare la sua umana. Maia è stata ritrovata sana e salva, nascosta sotto un portapacchi dell’aeroporto Hartsfield-Jackson di Atlanta dove si era smarrita. “Quando sono intervenuto – racconta su Facebook Robin Cole Allgood, colui che l’ha ritrovata – ho iniziato a farmi spazio alle sue spalle, in modo da poterla liberare e poi farla uscire. Quando l’ho raggiunta non se n’è neppure accorta, era un momento delicato: ho fatto un lungo respiro e l’ho afferrata intorno alla vita. Intorno a me ho sentito la gente gridare “Robin ce l’ha, ce l’ha fatta”. La cucciola sta benone a confermarlo una visita veterinaria alla quale è stata sottoposta.

L’umana di Maia è stata subito avvertita del salvataggio. “Non vedo l’ora di rivederla e riabbracciarla”, ha detto in lacrime al telefono. Il suo avvocato è rimasto in continuo contatto con la Delta Airlines sin dai primi minuti della scomparsa del cane (la compagnia aerea aveva anche offerto 1.800 dollari come offerta di risarcimento morale, puntualmente respinta dalla famiglia Rodriguez).

La storia di Maia (1 settembre 2023)

Questa storia vede protagonista una ragazza che stava volando dalla Repubblica Dominicana alla California con il simil  Chihuahua di sei anni di nome Maia. L’incubo è iniziato mentre facevano scalo all’aeroporto di Atlanta, (USA) dove gli  è stato detto che il visto turistico non era valido e per questo, sarebbero dovute tornare a casa.

Il personale dell’aeroporto ha portato via Maia promettendo di prendersi cura di lei durante la notte, perché al mattino ci sarebbe stato un nuovo volo per Maia e la sua umana.

Da quel momento però, nulla è stato come prima: una chiamata: “Maia è stata smarrita, è scappata”.

La giovane donna ha sporto denuncia e ha fatto appello a Delta Airlines per aiutarla, ma il peggio è stato udire le parole di un rappresentante della compagnia  “Delta Airlines”, appunto la compagnia che si occupava del trasporto.

L’uomo aveva dichiarato che  Maia aveva rotto il trasportino nel bel mezzo di una pista.

Come fa un cagnolino così piccolo a rompere un trasportino fatto di plastica dura e metallo? Qualcuno ha pensato non fosse proprio andata così, ma ci sia stato un errore da parte del personale aeroportuale.

 

Photo credits: La Repubblica


Iscriviti alla Newsletter di Dog.it per restare sempre aggiornato sul mondo del cane: storie, appelli, richieste di adozione, nuovi prodotti pet e offerte riservate ai nostri lettori!

Leggi anche:

La fattoria che salva gli animali dalla soppressione

aggiornamenti

Il micio ha fame, il cane gli porta un pezzo del suo pane

Monica Nocciolini

Io e Daisy, diario di una vita insieme. Come cambia lo stile di vita (capitolo 9)

dogitpanel

Abbandonata perché non faceva fare soldi: la storia di Ducky

aggiornamenti

Tiana, la cagnolina che piange giorno e notte da quando ha conosciuto il canile 

dogitpanel

Arriva la neonata, chiudono il cane in garage per cinque mesi

Monica Nocciolini