Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Addestramento Professioni

IGP: lo sport cinofilo per i cani da utilità e difesa

Come tutti gli sport cinofili, anche l’ IGP per cani prevede una profonda e proficua collaborazione tra cane e padrone.

È consentito a tutti i cani, indipendentemente dalla loro taglia, razza o pedigree, anche se nella maggior parte dei casi si tratta di Pastori, Bovari, Pinscher e Schnauzer, selezionati nel corso dei secoli come razze da utilità e difesa.

Vale a dire animali che affiancavano l’uomo in situazioni difficili (durante le guerre come cani da ricerca dei nemici o dei feriti; cani anti-droga; cani per la ricerca di esplosivi, di armi, etc.).

Conosciamo più da vicino questo sport previsto per i cani da utilità e difesa…

IGP per cani, le qualità indispensabili

Il lavoro di addestramento per questo sport richiede moltissimo impegno da parte del conduttore e del cane, a cui vengono richiesti compiti sempre più difficili.

Compiti che necessitano non solo di grande preparazione e prestanza fisica, ma anche di doti emotive e psicologiche non trascurabili.

E dunque, grande coraggio, docilità, forte temperamento e grande resistenza agli stress.

Oltre ad una spiccata capacità di apprendimento.

IGP per cani, le sezioni previste

La disciplina prevede tre sezioni:

  1. pista (o ricerca): le prove si svolgono in campo aperto, su terreni naturali (prato, campo, sottobosco) e boschi; tre oggetti (solitamente dei rettangoli di legno, feltro e cuoio) vengono lasciati sul tracciato da un tracciatore; il cane dovrà segnalare gli oggetti una volta trovati e ripercorrere l’intero tracciato seguendo le orme del tracciatore. Le piste hanno disegni ben precisi. Il conduttore può gareggiare con il cane sciolto, o legato ad un guinzaglio lungo 10 metri. Si tratta di prove che verificano la capacità olfattiva, utile per l’impiego dei cani nella protezione civile o nelle forze di polizia
  2. obbedienza: a seconda della classe si dovranno eseguire degli esercizi, di difficoltà crescente, con il cane senza guinzaglio: condotta, cambio di velocità, angoli e dietrofront, seduto durante la marcia e ritorno, terra durante la marcia e richiamo, in piedi durante la marcia, in piedi durante la corsa, indifferenza allo sparo, riporto in piano, salto con riporto, scalata della palizzata con e senza riporto, terra libero con distrazione, invio con terra. Ogni esercizio inizia e finisce con la posizione base (cane al fianco del conduttore). Anche in questo caso si segue uno schema preciso. Verrà valutata non solo la correttezza, ma anche la velocità di esecuzione, l’espressione del cane, la sicurezza di sé o il piacere al lavoro, la motivazione e la concentrazione dell’animale, l’attenzione e l’armonia del binomio
  3. difesa: il binomio svolge degli esercizi in cui il cane deve difendere il proprio conduttore e mordere il figurante solo ed esclusivamente sul manicotto imbottito (in caso contrario scatta la squalifica). Durante questa sezione (anche chiamata degli attacchi) il figurante avrà in mano un bastone flessibile con il quale potrà colpire l’animale solo ad altezza spalle. Anche in questo caso, a seconda della classe in cui si partecipa, si innalza il livello di difficoltà. Il giudice dovrà tener conto delle qualità naturali del cane, della sicurezza di sé, della tempra, della docilità, della qualità del morso. Il cane dovrà restare sempre calmo e dovrà obbedire ai comandi. Il giudice valuterà anche la reazione all’attacco, la presa, il lascia.

BH-VT prova di accompagnamento e sicurezza nel traffico

Le gare (amatoriali o agonistiche) sono molteplici.

Tra queste la BH-VT prova di accompagnamento e sicurezza nel traffico.

Il superamento di questa prova è requisito necessario per partecipare a tutte le altre prove di lavoro. Possono prendervi parte i cani di ogni razza e dimensione, l’età minima non può essere inferiore ai 12 mesi. Si articola in 2 fasi:

    • “A”: consiste nell’accompagnamento in campo, cane e conduttore dovranno svolgere degli esercizi, seguendo uno schema fisso, prima al guinzaglio e successivamente senza. In campo entrano due binomi alla volta e mentre uno lavora l’altro viene posto lungo un lato del campo, il cane a terra, senza guinzaglio, e il proprietario, di spalle, lontano dal cane. Durante la prova in campo gli esercizi che dovranno essere svolti sono: condotta al guinzaglio e senza guinzaglio; seduto e ritorno; terra e richiamo; terra con distrazione; passaggio all’interno di un gruppo di persone. La fase sarà superata al conseguimento del 70% dei punti (punteggi inferiori non consentono di passare alla fase “B”)
    • “B”(prova nel traffico): si svolge al di fuori del campo di lavoro, nel traffico cittadino. Gli esercizi in generale valutano i cani in base al comportamento nei confronti di gruppi di persone che camminano/corrono, di ciclisti, delle automobili, di altri cani. Il cane viene poi legato ad un palo e il conduttore si allontana dalla sua vista per dar modo al giudice di valutare l’animale nei confronti delle medesime circostanze in assenza del proprietario. In caso di non superamento, il BH potrà essere ripetuto quante volte si vuole, senza limiti di tempo, ma una sola volta in una manifestazione.

Le gare di IGP

Le altre gare sono:

  • IGP-V(prova di lavoro per cani da utilità, avviamento)
  • IGP 1-2-3(prove di lavoro per cani da utilità classi 1-2-3)
  • IGP-ZTP(classe ZTP)
  • IFH-V(Prova di ricerca in pista, avviamento
  • IFH 1-2(prova di ricerca in pista classi 1-2)
  • IGP-FH(prova di ricerca in pista, classe internazionale)
  • 1-3(Prova di sola sezione A 1-3)
  • 1-3(Prova di sola sezione B 1-3)
  • 1-3(Prova senza la sezione A, solo B e C)
  • 1-3(Prova di sola sezione C 1-3)
  • Stö. Pr. 1(Prova di ricerca di oggetti – classe 1)
  • Stö. Pr. 2(Prova di ricerca di oggetti – classe 2)
  • Stö. Pr. 3(Prova di ricerca di oggetti – classe 3)
  • IAD(prova di resistenza).

Ogni livello può essere ripetuto quante volte si desidera.

L’animale può essere presentato al livello superiore dell’IGP solamente dopo aver superato quello precedente con la qualifica minima in ogni sezione.

Insomma, sebbene formalmente le gare per i cani da utilità e difesa siano aperte a tutti, ci vogliono degli animali davvero “in gamba” per parteciparvi!

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)