Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Razze di cani taglia media

Andiamo alla scoperta del Segugio Italiano a pelo raso

Segugio Italiano a pelo raso

Si tratta di un esponente della famiglia dei segugi, che nella suddivisione FCI appartiene al Gruppo 6, assieme ad altri esemplari forse più noti, come il beagle e il bassethound.

Si tratta di cani da sempre impiegati nella caccia, col compito specifico di fiutare le tracce lasciate sul terreno dagli animali selvatici, per poi stanarli e indirizzarli verso il cacciatore.

Questo esemplare, nello specifico, spicca perché resistente, veloce e robusto, asciutto e muscoloso, con arti ben proporzionati, coda alta, tartufo grande e nero, pelo raso e liscio.

E non è solo il fisico a distinguere il segugio italiano a pelo raso, trattandosi di una razza vivace, affettuosa, ubbidiente, leale.

Le possibili malattie che possono colpire il Segugio Italiano a pelo raso

Tuttavia, non esistendo razza completamente esente da difetti, un segugio italiano può essere affetto da:

  • criptorchidismo e monorchidismo: la mancata discesa nello scroto di entrambi i testicoli (la prima), o di uno dei due (la seconda), che deriva da un fattore ereditario, che può essere affrontata coi farmaci (solo se somministrati entro il 4° mese) o la chirurgia (da effettuarsi dopo appena 16 settimane dalla nascita)
  • enognatismo: contatto dei canini mandibolari con le strutture del palato duro, che determina l’insorgenza di fistole oro-nasali
  • depigmentazione del tartufo
  • occhio gazzuolo: colorazione chiara della faccia anteriore dell’iride.

Ma,lo ripetiamo, essendo il segugio italiano a pelo raso un cane rustico e piuttosto atletico, si tratta per fortuna di evenienze abbastanza sporadiche…

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)