Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Magro da morire, il cane lavato e nutrito con la pasta speciale riprende vita

Una palla di pelo sudicio: così i volontari dell’Animal Shelter hanno trovato il cane randagio, solo e triste, dentro un canale di scolo in un’afosa giornata estiva. L’hanno chiamato Teddy, ma quando lo hanno raccolto disperavano di poterlo salvare. Ma era giusto provarci.

Gli operatori l’hanno raccolto e portato dal veterinario. In clinica, però, per visitarlo bisognava prima pulirlo. Tutto quel pelo sporco e annodato rendeva impossibile qualunque manovra. Ed è stato proprio durante il bagnetto, palpando nulla più che ossicini, che è apparso chiaro quale fosse il principale problema del cane: stava morendo di fame e di stenti, disidratato dal caldo.

Così è partita la scalata verso il recupero. Difficoltosa, durata molti mesi, iniziata col radere la pelliccia infestata di pidocchi così che la pelle piagata potesse guarire. Le prime pappe sono state di pasta nutriente somministrata con la siringa senza ago. Poi, quando il pancino è stato in grado di ricevere cibo solido, pian piano sono arrivate le ciotole. Il pelo? Tornerà anche quello. Intanto però per il cane Teddy palla di sporco si apre una prospettiva da cucciolo sano e felice.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
3.66 / 5 (35 voti)

Leggi anche:

Ruba la spesa consegnata a domicilio, cane randagio incastrato dalle telecamere

Monica Nocciolini

Litigano e dimenticano il cane sul balcone sotto il sole. E’ in fin di vita

Monica Nocciolini

Seppelliscono in giardino il cane investito, il giorno dopo lo ritrovano davanti alla porta

Monica Nocciolini

Malore nel sonno per il bimbo autistico, lo salva il rottweiler di casa

Monica Nocciolini

Introvabile per 43 giorni, cane sopravvive in un silos

Monica Nocciolini

Tortura e uccide il suo cane, condannato alla prigione

Monica Nocciolini
error: © copyright dog.it