Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Escursionisti scalano la vetta più alta del Messico per mettere in salvo un cane disperso

storie di cani: canelo

Questa è una storia che testimonia quanto possa essere forte l’amore verso gli animali.

Il protagonista è un cagnolino, disperso sul Pico de Orizaba, la vetta più alta del Messico.

Il cane era arrivato fin lassù seguendo un gruppo di turisti ma non era più sceso insieme a loro.

Quando il gruppo si è accorto che il cagnolino non era più con loro, ha subito dato l’allarme, preoccupato che il cane potesse morire di freddo su quella vetta.

Layo Aguilar, uno dei turisti del gruppo, insieme al suo amico Pedro Ruiz Guerriero, esperti alpinisti messicani, hanno sfidato il gelo e le difficoltà per giungere in vetta e mettere in salvo il cane.

Quando sono arrivati in cima, il povero cagnolino era infreddolito, mal nutrito e presentava una lesione alla zampa.

storie di cani: canelo
storie di cani: canelo

I due volontari soccorritori, dopo aver dato un nome al cane (hanno deciso di chiamarlo Canelo) si sono attivati per trasportarlo a valle, e la soluzione che hanno escogitato è davvero eroica!

Hanno messo il cane all’interno di uno zaino e, non senza difficoltà, sono riusciti a metterlo al sicuro.

Dopo averlo nutrito e riscaldato, lo hanno affidato alle cure di Fatima del Angel Palacios, escursionista e soccorritrice di cani randagi, sperando che possa presto trovare una famiglia che lo adotti.

storie di cani: canelo
storie di cani: canelo

Credits: Layo Aguilar FB

Leggi anche:

Il cagnolino Orso mette in fuga un vero orso e così salva l’amica umana

Monica Nocciolini

Cucciolo di cane cade in una fossa di catrame e resta bloccato per ore. Salvo grazie ai vigili del fuoco 

dogitpanel

Abbandonato, il cane Eros in pericolo si incastra nella rete

Monica Nocciolini

Il cane lupo Yuki vola sul Ponte. Si è spento il gigante buono che somigliava ai metalupi di Game of Thrones

Monica Nocciolini

Le ‘mamme a distanza’ per aiutare il cane Grazia

Monica Nocciolini

“Grazie a loro sono rinato”: la lettera di un’anziano signore divenuto dogsitter dopo la pandemia 

dogitpanel