Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Al buio chiuso nella porcilaia, il pelo impastato nelle feci: così viveva il cane Ringhio

Rinchiuso tutto il giorno al buio per anni in uno spazio ristretto, trascurato, malandato, costretto a dormire e a mangiare tra i propri escrementi. Così viveva l’anziano cane Ringhio prima della salvezza. La nuova pagina nell’esistenza del quattro zampe si è aperta grazie alle guardie zoofile dell’Oipa. Gli Angeli Blu sono intervenuti a seguito di una segnalazione in provincia di Novara.

Durante il sopralluogo condotto col supporto della polizia locale, le guardie Oipa si sono trovate di fronte a una situazione raccapricciante. Il cane, circa 12 anni, viveva in una piccola porcilaia, con poca luce, senza cuccia, costretto a giacere tra l’odore nauseabondo delle sue deiezioni, feci e urina, cosparse su tutto il pavimento e anche nei piatti di plastica in cui gli veniva dato il cibo.

Senza cure né attenzioni, il suo mantello era ridotto a una matassa di pelo e feci, aggrovigliato in nodi che gli causavano difficoltà anche nei movimenti più semplici. Finalmente liberato, Ringhio ora è al sicuro. Gli agenti dell’Oipa e della polizia locale non lo perdono di vista, così come i veterinari che dovranno valutare le sue condizioni di salute e curare l’ulcera riscontrata a un occhio e a un orecchio.

Leggi anche:

Lana, il cane più triste del mondo felice in una nuova casa

Monica Nocciolini

Io e Daisy, diario di una vita insieme. Alla ricerca di un equilibrio (capitolo 11)

dogitpanel

Cane di strada ucciso a colpi di machete, e ora la città chiede giustizia

Monica Nocciolini

Fugge dopo un’esplosione e si perde, cane nel bosco cerca la via di casa per una settimana

Monica Nocciolini

Il cane si avventa contro la bambina e… la salva dal serpente a sonagli. Per lui il premio cane eroe di Peta

Monica Nocciolini

Il cane da caccia e la volpe, Maddy e Rosie migliori amici

Monica Nocciolini
error: © copyright dog.it