Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Al buio chiuso nella porcilaia, il pelo impastato nelle feci: così viveva il cane Ringhio

Rinchiuso tutto il giorno al buio per anni in uno spazio ristretto, trascurato, malandato, costretto a dormire e a mangiare tra i propri escrementi. Così viveva l’anziano cane Ringhio prima della salvezza. La nuova pagina nell’esistenza del quattro zampe si è aperta grazie alle guardie zoofile dell’Oipa. Gli Angeli Blu sono intervenuti a seguito di una segnalazione in provincia di Novara.

Durante il sopralluogo condotto col supporto della polizia locale, le guardie Oipa si sono trovate di fronte a una situazione raccapricciante. Il cane, circa 12 anni, viveva in una piccola porcilaia, con poca luce, senza cuccia, costretto a giacere tra l’odore nauseabondo delle sue deiezioni, feci e urina, cosparse su tutto il pavimento e anche nei piatti di plastica in cui gli veniva dato il cibo.

Senza cure né attenzioni, il suo mantello era ridotto a una matassa di pelo e feci, aggrovigliato in nodi che gli causavano difficoltà anche nei movimenti più semplici. Finalmente liberato, Ringhio ora è al sicuro. Gli agenti dell’Oipa e della polizia locale non lo perdono di vista, così come i veterinari che dovranno valutare le sue condizioni di salute e curare l’ulcera riscontrata a un occhio e a un orecchio.

Leggi anche:

Fingono di aver trovato cuccioli abbandonati per potersene sbarazzare

Monica Nocciolini

Dopo due anni ritrova il cane scomparso, il loro incontro è un’esplosione di gioia

Monica Nocciolini

La storia di Taylor il cane eroe che ha salvato koala feriti in Australia

Monica Nocciolini

Fiutò l’infarto del vicino e gli salvò la vita, Trani premia il cane eroe

Monica Nocciolini

Sciatore olimpionico salva 90 cani da un allevamento di carne in Corea del Sud

dogitpanel

Oca con le sue ali abbraccia e riscalda un cucciolo abbandonato che ha perso la mamma

dogitpanel