Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers

Storie

Abbandonano il cane tra i rovi, prima però gli legano muso e zampe con lo scotch

Si sono fatti spazio tra i rovi dove erano stati portati da una segnalazione. E infatti eccolo, il cane. Terrorizzato, lo avevano abbandonato in quel sottobosco con il muso e le zampe legati col nastro adesivo. A salvarlo ci hanno pensato i vigili del fuoco di Catania e l’unità di emergenza Lav, con l’ausilio della polizia municipale e del soccorso veterinario.

Il racconto della responsabile dell’unità emergenza Lav Beatrice Rezzaghi è agghiacciante. “Il cane, visibilmente spaventato, è stato sottoposto alle prime cure veterinarie. Ci siamo trovati di fronte a una scena che mai avremmo pensato di vedere, di autentica crudeltà“.

“Se non fossimo intervenuti in tempo – prosegue – il cane avrebbe rischiato di morire soffocato. Ricordiamo che il maltrattamento di animali è un reato. Prevede la reclusione da 3 a 18 mesi o multa fino a 30.000 euro. Non denunciare simili violenze equivale a esserne complici, quindi ci auguriamo che l’omertà non prevalga su tanta efferatezza, da condannare senza se e senza ma”.

 

Leggi anche:

Con la tanica da dieci litri legata al collo, la giustizia rende conto al cane

Monica Nocciolini

Cane adottato quattro volte e poi riportato in canile, la delusione stampata sul muso

Monica Nocciolini

La città perde il cane mascotte, quando lo ritrova la festa accende le strade

Monica Nocciolini

Cani ereditieri, la giustizia ci mette lo zampino

Monica Nocciolini

Le ‘mamme a distanza’ per aiutare il cane Grazia

Monica Nocciolini

Pilota interrompe la gara e rinuncia al suo primo posto per salvare un cucciolo

dogitpanel