Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

A 17 anni apre un rifugio tutto suo dove salvare cani e gatti randagi

Ha iniziato ad aiutare cani e gatti randagi quando aveva 9 anni e non si è più fermato. Oggi Eduardo Caioado ha 17 anni e, con l’aiuto della sua famiglia, ha realizzato il suo sogno aprendo un rifugio in una casa presa in affitto. Lì ha già messo in salvo 22 cani e 4 gatti. Accade ad Anápolis, in Brasile. E’ qui che il ragazzo vive con i suoi genitori e che ha creato il suo EduPaçoca Institute, aperto ad aprile 2020.

Qui Eduardo accoglie i quattro zampe senza casa e senza nessuno, e ogni giorno va ad accudirli passando tanto del suo tempo con loro. La casa affittata per crearci il ricovero per cani e gatti sfortunati è fuori dall’area urbana, ma il giovane percorre i 30 chilometri di distanza quotidianamente senza batter ciglio, in bici o a volte anche in autostop. Anzi, si rammarica perché quello spazio in così poco tempo è già divenuto troppo piccolo per il suo grande sogno di aiutare gli animali.

Non contiene tutti i randagi in stato di bisogno presenti in città. Eduardo deve scegliere. E questo gli duole. Ma non molla. Il suo obiettivo è far adottare i suoi ospiti, così da generare una rotazione virtuosa che gli consenta via via di accogliere sempre più orfanelli con la coda.

Eduardo, che a 15 anni già è stato segnalato come uno dei 50 giovani di ispirazione per le Nazioni Unite grazie a un progetto di riutilizzo dell’acqua piovana, vuole crescere. Dal suo profilo Instagram @Megaedu1 diffonde l’amorevolezza e la solidarietà come stili di vita, e ora ha tutta l’intenzione di allargare il suo progetto. Ha trovato degli sponsor e lanciato una campagna di crowfunding per sostenere la struttura e assicurare agli ospiti cure e assistenza veterinaria, pappa e soprattutto alloggio potendo mantenere l’affitto.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
4.22 / 5 (32 voti)

Leggi anche:

Negozio chiuso per lutto: è morto il cane Chesok

Monica Nocciolini

Dottor Moose e gli altri, laurea ad honorem per i cani psicologi degli studenti

Monica Nocciolini

La prima volta a casa del San Bernardo abbandonato da cucciolo. 60 chili di tenerezza

Monica Nocciolini

A casa Canalis arriva Nello, Elisabetta presenta il nuovo cagnolino

Monica Nocciolini

Dal canile il grido di dolore: “Non buttate cuccioli a morire, sterilizzate prima”

Monica Nocciolini

Nel Po per salvare il suo cane, 40enne perde la vita

Monica Nocciolini