Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Notizie

Lasciò il cane a catena senza acqua né cibo, condannato

Non era ancora scattato il lockdown, l’8 marzo 2020. Quel giorno un 56enne di Licata lasciò il suo cane legato a una catena, senza acqua né cibo, costretto tra i propri escrementi. Così il castello accusatorio sulla cui base adesso il tribunale di Agrigento ha condannato l’uomo a 4 mesi di reclusione, convertiti i 9mila euro di multa.

In soccorso del cane intervennero le forze dell’ordine, allertate dalle segnalazioni di alcuni vicini sulle condizioni disumane in cui versava il povero cane. Proprio l’intervento dei carabinieri ha dato luogo all’avvio del procedimento giudiziario contro il proprietario del cane, accusato di maltrattamento di animali.

Il giudice per le indagini preliminari del tribunale agrigentino ha accolto pienamente il decreto penale di condanna chiesto dal pubblico ministero Chiara Bisso.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
3.53 / 5 (34 voti)

Leggi anche:

Un anno umano come 7 per il cane? Non è più vero, lo dice la scienza

Monica Nocciolini

Disabile solo senza il suo cane va nel panico e chiama i carabinieri

Monica Nocciolini

Cucciolo all’asta, ma il pm sceglie di affidarlo agli animalisti

Monica Nocciolini

Onore alla fedeltà del cane, in Nepal la festa nazionale

Monica Nocciolini

Come una furia per strada contro i suoi cani: denunciata

Monica Nocciolini

Tra i tulipani non ci sono cani randagi. Ecco la ricetta dell’Olanda

Monica Nocciolini