Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Cura Prevenzione Salute

Incontinenza del cane: cause e rimedi

Come curare l’incontinenza urinaria del cane?

L’incontinenza non è un problema poi così raro, soprattutto nei cani anziani e nei cuccioli: la causa principale di questo inconveniente è lo scarso controllo della vescica, che nei cuccioli rappresenta una cosa del tutto naturale, mentre nei cani anziani è ovviamente sintomo della vecchiaia. Alle volte, però, l’incontinenza del cane può presentarsi anche in altri casi: vediamo dunque di scoprire le cause ed i rimedi dell’incontinenza urinaria del cane.

Incontinenza del cane: cause e conseguenze

Un cane è incontinente quando non in grado di controllare la propria vescica: la fuoriuscita di urina, che può avvenire in piccole dosi oppure con un completo svuotamento della stessa, può irritare le vie urinarie e la pelle circostante, portando così ad infezioni potenzialmente molto pericolose. La prima cosa da fare in questi casi, dunque, è consultare il tuo veterinario di fiducia: l’unico che potrà stabilire con certezza l’origine dell’incontinenza e suggerirti i rimedi migliori per il tuo caso. Da sottolineare che questo problema potrebbe ad esempio derivare da una questione ormonale, oppure dalla presenza di alcuni batteri all’interno dell’uretra o dei genitali.

Come curare l’incontinenza urinaria del cane?

Premesso che la cosa più importante per curare l’incontinenza del cane è farlo visitare da un medico specialista, è molto probabile che dovrai ricorrere ad alcuni farmaci per porre rimedio ad eventuali patologie scatenanti, intervenendo direttamente sulla cura delle cause (spesso batteriche) che hanno provocato l’incontinenza. Esistono, però, diverse terapie che possono essere adottate dal medico: si va dai trattamenti ormonali fino ad arrivare ai farmaci in grado di rafforzare il controllo dei muscoli della vescica, passando ovviamente per le terapie progettate ad hoc per curare certi tipi di infezioni. In alcuni casi, poi, anche la chirurgia può divenire una promettente soluzione: questa terapia, però, viene presa in considerazione solo dopo il fallimento dei trattamenti precedentemente indicati.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
3 / 5 (1 voti)