Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Cura

Ecco come curare il cane con rimedi naturali, erbe ed estratti

curare il cane con le erbe

Curare il cane con le erbe e con rimedi naturali? Artrite, dolori reumatici, disturbi digestivi, sono solo alcune delle problematiche che colpiscono Fido e possono essere affrontate con rimedi naturali come le erbe, la cui azione è sicura, efficace e spesso anche rapida.

Ecco come curare un cane con erbe e simili…

Come curare un cane con le erbe

Il cane soffre di dermatite?

Per alleviare i fastidi e assicurare un immediato sollievo è possibile preparare un decotto a base di malva, camomilla e calendula, piante dall’effetto lenitivo e rinfrescante, che migliorano l’aspetto della cute, favorendo la cicatrizzazione.

In caso di eccessiva secchezza della pelle un gel a base di aloe vera è un vero toccasana: basta applicarlo direttamente sulle parti interessate dalla dermatite e le sue proprietà altamente emollienti aiuteranno Fido.

Stesso rimedio può essere adottato pure in caso di bruciature, irritazioni o screpolature.

E qualora siano presenti infezioni o di problemi intestinali, il gel può essere utilizzato anche per uso interno.

Sempre per problemi di cute, e sempre per uso interno, si può somministrare un infuso di olmaria, facendo macerare 25 g di foglie in mezzo litro d’acqua per 10-15 minuti, filtrando e somministrandone due cucchiai al giorno.

Altri suggerimenti di erbe da adoperare per la cura del cane

Di seguito una lista completa di problemi e relativi medicamenti officinali da poter adottare:

  • scottature: è consigliato l’olio essenziale di lavanda, da utilizzare diluendo una goccia in un cucchiaio di olio d’oliva
  • problemi digestivi: lo zenzero, sotto forma di tintura o di infuso da somministrare all’animale durante il giorno, oppure melissa o aneto
  • ansia e tensione: è indicata la valeriana, in infusi o tisane, oppure in estratto nei casi di eccessiva iperattività
  • reumatismi: è ottima la Boswellia serrata, un albero originario dell’India, che si assume da sola sotto forma di estratto secco o abbinata all’artiglio del diavolo, e produce effetti analgesici e antipiretici
  • problemi infiammatori: sono utili anche altre erbe come la cicoria, la verbena e la borragine
  • carenze alimentari: il fieno greco, ricco di minerali, è un ottimo ricostituente in caso di carenze alimentari
  • scarsa funzionalità di fegato e reni: indicati prezzemolo, tarassaco, sedano e crescione, ma soprattutto foglie di carciofo, da utilizzare sotto forma di decotto da offrire freddo.
 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
3.67 / 5 (3 voti)