Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Comportamento Cura Curiosità Prevenzione

Accoppiamento dei cani: c’è un modo per evitarlo?

In un mondo ideale non esisterebbe randagismo.

E noi umani potremmo permetterci il lusso (perché anche di questo si tratta) di possedere un numero imprecisato di cani (e altri animali da compagnia).

Tutto questo rendendo bella e felice la loro vita. E la nostra.

Nel mondo reale non sempre è possibile tenere i cuccioli che nascono da un accoppiamento.

Ragion per cui bisogna agire alla fonte, impedendolo.

Ecco alcuni modi per evitare l’accoppiamento dei cani.

Due modi certi per evitare l’accoppiamento dei cani

Quello all’accoppiamento è un richiamo davvero molto forte.

E diversamente non potrebbe essere in considerazione del fatto che una femmina va in calore appena 2 volte l’anno!

Per evitare accoppiamenti indesiderati l’unico modo CERTO è la castrazione del maschio e/o la sterilizzazione della femmina.

Con questo intervento chirurgico irreversibile vengono rimosse testicoli e ovaie, che contengono le cellule essenziali per la riproduzione.

Nella femmina spariranno dunque le manifestazioni del calore, perché mancano gli ormoni ovarici che le causano, mentre il maschio perderà interesse all’accoppiamento per lo stesso motivo.

Per chi non desidera ricorrere alla sterilizzare, evitare l’accoppiamento indesiderato è molto più difficile.

Infatti, i contraccettivi ormonali esistono anche in veterinaria, ma sono sconsigliati, avendo ripercussioni a livello non solo comportamentale, ma anche fisiologico.

Non resta allora che tenere lontani maschio e femmina.

Per cui, è opportuno tenere il cane femmina durante il calore (che dura 8 giorni) chiuso in casa (evitate anche il giardino!).

E quando si esce sempre e solo al guinzaglio.

Tentar non nuoce!

Esiste anche qualche altro metodo, ma sulla reale efficacia (e serietà) non possiamo esprimerci…

  1. Disabituante anti-accoppiamento:

semplicemente assorbe gli odori emessi dalla femmina durante il calore, così che i maschi non si avvicinino; in più contiene alcune molecole che sono percepite come sgradevoli dal cane maschio. Richiede un’applicazione frequente, perché con il passare delle ore perde di efficacia, e va anche in base al momento del ciclo estrale: se l’odore fosse comunque troppo forte i cani maschi potrebbero accorgersene comunque. Il problema è regolarsi con la quantità da spruzzare!

  1. Pet Conditioner Ambienti Esterni:

in questo caso ci si “indirizza” agli ambienti. Si tratta di un prodotto che normalmente servirebbe per impedire che il cane faccia i propri bisogni in un determinato punto, ma in certe situazioni può essere usato anche per evitare l’accoppiamento. In teoria spruzzandolo ad esempio intorno ad un cancello in quantità piuttosto alte  eviterà sia l’ingresso degli altri cani sia la fuga del nostro.

  1. Mutandina igienica:

questo prodotto ha lo scopo di assorbire il sangue della femmina in calore, evitando che sporchi la casa. Certo, può essere un rimedio utile per guadagnare quei pochi secondi che servono ad allontanare il maschio, ma certo non ad evitare l’accoppiamento dei cani. Per quello servono l’agilità e destrezza del proprietario!!!

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
3 / 5 (2 voti)
error: © copyright dog.it