Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Razze di cani taglia medio piccola

Welsh terrier

Welsh Terrier

Il welsh terrier è un cane poco conosciuto, spesso chiamato comunemente ‘spinone’, ma in realtà non è questo il suo nome perché indica ben altro tipo di razza (ossia lo spinone italiano). Il suo carattere è abbastanza particolare in considerazione della sua taglia, visto che potrebbe sembrare il carattere di un cane di taglia grande: insomma, questa razza conosciuta ma confusa in Europa ha tantissimi lati da svelare…

Le origini e la storia del Welsh Terrier

Come diversi altri terrier, arriva dal Galles e la sua specializzazione attuale e contemporanea è quella di cane da tana. Altrimenti, veniva utilizzato per la caccia alla volpe o ai roditori, anche se al momento conserva diversi tipi di utilizzo, ma come al solito il suo utilizzo principale è quello di cane da compagnia: d’altronde è alto al garrese soltanto 40 centimetri, dunque soltanto 10 centimetri in più del carlino, considerato una taglia piccolissima. Per questo motivo al momento si sta diffondendo in modo significativo in Europa e in Italia, sebbene venga confuso con altre razze a pelo ruvido e lungo, come ad esempio lo spinone italiano o il fox terrier.
Della sua storia non si conosce molto, ma si ha la certezza assoluta per quanto riguarda i suoi antenati: sembrerebbe infatti esserci l’antico terrier nero focato tra i suoi progenitori. Il riconoscimento in via ufficiale di questa razza è arrivato molto presto, come è accaduto per diversi terrier, difatti già nel 1886 il
British Kennel Club dichiarò che la razza ormai era pura (ossia nelle cucciolate non c’erano più cani somiglianti ad antenati, ma identici ai genitori, dunque identici allo Standard della razza che era stato ufficialmente redatto) e per tale motivo il welsh terrier venne riconosciuto in via ufficiale.
In Italia è ben
allevata, difatti il problema di questa razza non risiede nella conoscenza che ne hanno gli allevatori, ma semplicemente cinofili e potenziali compratori che non conoscendo bene lo Standard né la storia di questo cane e dunque il modo in cui si è formata, spesso ricorrono all’acquisto di cuccioli in negozio oppure esportati dall’Est (ad esempio l’Ungheria). Sicuramente parliamo di un cane ben allevato, ma come tutte le razze, è ben allevato soltanto dagli allevatori con la A maiuscola, non dai cosiddetti negozianti o trafficanti di cuccioli. Persino sul web dilaga la vendita di questa razza, ma sebbene non sia necessario escludere a priori che si tratti di allevatori seri, è sempre meglio andare a vedere prima il cucciolo (a patto che non si tratti di persone fidate o di adozioni dal Sud o dal Centro con staffetta, cosa del tutto differente). E’ sempre meglio esigere la completa documentazione, comprensiva anche degli accertamenti fatti dal cane per escludere la presenza di malattie mediterranee, la sverminazione e tutto quanto il resto. Anche il pedigree è indispensabile.

Welsh Terrier carattere e vita con lui

La vita con il welsh terrier dipende principalmente dall’utilizzo che vogliamo fare di questo amico a quattro zampe: in Gran Bretagna è ancora impiegato per la caccia alla volpe, per cui si dimostra davvero eccellente. Il suo carattere è particolarmente coraggioso, per questo, se il cane non è stato correttamente socializzato ed educato sin da piccolo, potrà dimostrarsi aggressivo con i conspecifici; questa cosa vale per tutte le razze e per tutti i cani, ma può essere maggiormente problematica nel caso del welsh terrier, che risaputamente non fa la minima differenza di taglia nel cane che sta affrontando. Dunque se lasciato in libertà nelle classiche aree cani, cosa che non bisogna fare se sappiamo che il nostro animale è attaccabrighe, potrebbe attaccare o provocare cani molto più grandi di lui, e questo potrebbe essere un serio problema.
Per via di un carattere molto aperto e molto disposto ad adattarsi ai vari problemi, non è un problema per lui la vita in
appartamento, al contrario potrebbe dimostrarsi veramente adatto per questo tipo di stile di vita. Bisogna però ricordare che stiamo parlando di un terrier, dunque di un cane molto dinamico che ha bisogno di un regolare esercizio fisico, che non si limiti soltanto a passeggiate legate all’espellere i bisogni fisiologici, bensì a qualcosa di più consistente che magari includa attività di agility o altre cose di questo genere che riescano a combinare la soddisfazione che doniamo al cane che si sentirà finalmente importante, al piacere di condividere un’attività gradevole con il proprietario nonché ovviamente all’attività fisica che il welsh terrier necessita di svolgere tutti i giorni.
E’ un cane
attentissimo, che sa notare tutti i dettagli, che spesso è capace di rendersi conto di ogni cambiamento d’umore e non soltanto, del suo padrone nei suoi confronti ma non soltanto. Resta un eterno cucciolo, ma non dal punto di vista di tutti i comportamenti: è semplicemente la sua grande curiosità, la voglia di esplorare ogni angolo di una casa che magari già conosce alla perfezione, a fare di lui un cucciolo sotto questo punto di vista. Ma probabilmente si tratta soltanto di un’intelligenza fuori dal comune, che lo porta a voler conoscere tutto.

Welsh Terrier peso e altezza

Welsh terrier Maschio:
peso: 8/9,5 kg
altezza: 37/39,5 cm

Welsh terrier Femmina:
peso: 7/8 kg
altezza: 35/37 cm

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
5 / 5 (2 voti)

Leggi anche:

Dandie Dinmont Terrier

dogitpanel

Epagneul Breton

dogitpanel

Lagotto Romagnolo

dogitpanel

Cane da orso della Carelia

dogitpanel

Bracco Italiano

dogitpanel

Cocker americano

dogitpanel