Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Razze di cani taglia medio grande

Samoiedo

Samoiedo

Il Samoiedo è un cane di taglia medio grande, amato e conosciuto praticamente in tutto il mondo per via del suo caratteristico e folto pelo bianco, che è molto difficile da trovare in altre razze. La sua storia è tutta da scoprire: basti pensare che il nome lo deve ad un modo obsoleto e non più utilizzato di chiamare il popolo dei nenci, ad oggi ancora presente in alcune zone della Siberia. Il Samoiedo nasce come cane da slitta e diventa, oggi, come la maggior parte delle razze, uno splendido esemplare da compagnia e da esposizione.

La storia e le origini del Samoiedo

Le tribù in cui questa razza è nata e si è sviluppata, ovviamente con un lavoro di selezione che potremmo definire completamente differente da quello che si mette in pratica nei tempi moderni, prendevano il nome di Tribù dei Samoiedo. Proprio come il Siberian husky, questo cane nasce come cane da slitta dato che molti (anche al giorno d’oggi) di coloro che appartenevano a questi gruppi sociali erano pastori nomadi di renne. Ma non soltanto: a dimostrazione della fiducia che tali pastori riponevano nel cane che erano riusciti a creare, all’epoca, secondo quanto sappiamo, presente anche nella colorazione nera, veniva utilizzato anche per scaldare i loro corpi durante le notti. Il cane si metteva sopra il corpo dei pastori e, grazie al suo manto spesso e lungo, poteva scaldarli per tutta la notte.
In base a ciò che sappiamo, nelle aree settentrionali nella Russia e della Siberia tutti i Samoiedo si erano sviluppati con un colore bianco puro e venivano utilizzati prevalentemente per la caccia e per la slitta. Nelle altre aree, quelle più a Sud, il Samoiedo aveva un impiego tipicamente legato alle renne, come cane da pastore, ma si era sviluppato nelle sue colorazioni più scure, ad oggi inesistenti, ossia il nero e il marrone scuro.
Lo zoologo inglese Ernest Kilburn Scott insieme a sua moglie, nel 1889 esportò un esemplare di colore bianco e si impegnò dunque per la selezione e la realizzazione del Samoiedo moderno, quello che oggi tutti conosciamo ed è di colore bianco. I coniugi Kilburn Scott riuscirono a fissare il colore bianco puro dopo alcuni anni e ad ottenere, in seguito, il riconoscimento ufficiale dalla Federazione Cinologica Internazionale.
Grazie al Duca degli Abruzzi la razza è arrivata in Italia una serie di anni dopo. Il Samoiedo è un caso più unico che raro, dato che altre razze così nordiche, come ad esempio il Lapinkoira, non avevano avuto la possibilità di diffondersi un questo modo fuori dal luogo di origine.

Il carattere e la vita con il Samoiedo

Il Samoiedo è un cane dotato di grande carattere che al giorno d’oggi non ha più un’indole tipica del cane da caccia (come ha avuto qualche tempo fa, quando veniva selezionato per questo in alcune zone della Siberia). Forse grazie al suo passato di cane da slitta, che presumeva una grandissima collaborazione con gli altri cani ed una sintonia che ovviamente consentiva di trascinare la slitta al meglio con sincronia e senza incidenti, non ha alcun problema con i suoi simili, con i quali convive serenamente anche in spazi ristretti. Ovviamente come tutti i cani può voler imporre la sua dominanza, ma quest’ultima non sfocia mai in aggressività immotivata.
Accantonato il ruolo venatorio, ad oggi il Samoiedo si dimostra come uno straordinario cane da compagnia e da esposizione. Ha un carattere docile, che a volte diventa testardo ma che mai mostra tracce di mordacità. Può convivere con i bambini senza alcun problema, a patto che questi ultimi siano, come sempre, educati al rispetto degli animali.
La vita con il Samoiedo sarà anche a tratti davvero molto vivace perché è un cane che tende a non stancarsi mai e a voler svolgere un’attività fisica molto intensa e costante. E’ necessario parlare anche, però, degli aspetti che riguardano le cure dell’animale: è un cane che, forse per via del colore così candido, tende a sporcarsi facilmente ed ogni traccia di fango o di terra non passa di certo inosservata.
Per questo motivo si sporca molto e il suo pelo va gestito con molta attenzione cura: spazzolate quotidiane per eliminare ogni traccia di sporco ma anche una particolare cura all’odore. Essendo il suo pelo molto simile alla lana o al tessuto, può iniziare a far sentire un certo tanfo di lana bagnata che potrebbe essere sgradevole. Non è assolutamente un cane dalla cute che tende a puzzare ma è possibile che, se bagnato e se sporco, rilasci quest’odore che è caratteristico del suo pelo bianco e lungo.
Si tratta di un cane che ama giocare e che al contrario di quanto possa sembrare guardandolo, non è assolutamente un cane snob e asociale, ma al contrario è completamente dipendente dal suo proprietario con il quale ama condividere ogni momento. E’ un cane davvero speciale, che diventa un baby sitter perfetto e che in alcune circostanze si dimostra quasi umano.
Una cosa che dobbiamo sapere per evitare di irritarci quando il Samoiedo entrerà nelle nostre case? Quando vuole giocare o richiamare la nostra attenzione, tira fuori la sua indole da pastore e morde le calcagna di tutte le persone che ha a portata ‘di morso’!

Samoiedo Misure: Altezza e Peso

Peso: femmina 16-20 kg / maschio 25-30 kg
Altezza: femmina 48-53 cm / maschio 53-60 cm

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)

Leggi anche:

Yorkshire terrier

dogitpanel

Bull Terrier

dogitpanel

Bovaro delle Fiandre

dogitpanel

Affenpinscher

dogitpanel

Cocker americano

dogitpanel

Cocker Spaniel

dogitpanel