Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Prevenzione

Come prevenire la carie nel cane

Carie nel cane

La carie nel cane è tutto sommato piuttosto comune, come lo è negli uomini. Non si tratta certo di un gravissimo problema, ma può essere fastidioso e dare vita ad un iter piuttosto lungo, che spazientisce il cane (dato che gli viene spesso toccato l’interno della bocca!) e il proprietario. Quindi è utile prevenire il problema attrezzandosi nel modo più adatto.

La prevenzione della carie nel cane

Ovviamente, così come succede per tutti gli altri problemi, non è possibile prevenire al 100% ed evitare che la carie si presenti. Esistono comunque delle regole. E’ consigliabile innanzitutto mantenere una buona igiene orale, lavando molto di frequente i denti al cane con apposito spazzolino e dentifricio. Ogni volta che effettuiamo questa operazione, controlliamo che la dentatura sia in salute guardando anche i denti più “in fondo” e più difficili da raggiungere.

Questo monitoraggio da parte nostra dell’igiene orale del cane ha una doppia utilità, in quanto abitueremo il cane a farsi manomettere anche in bocca, facilitando così il lavoro del veterinario qualora dovesse effettuargli la pulizia dei denti o altre manovre di tipo odontoiatrico. Ricordiamo però che nella maggioranza dei casi si procede ad anestesia per evitare che il cane si agiti compromettendo le operazioni.

Sempre per dedicarsi in modo totale alla pulizia dei denti, possiamo acquistare dei giocattoli difficili da masticare, utili per mantenere buona l’igiene orale, oppure delle ossa che possiamo reperire facilmente nei negozi di animali che servono proprio per mantenere puliti i denti e combattere la carie prima che essa si formi.

Tutto quello che bisogna sapere

La carie nel cane può essere trattata in diversi modi. C’è chi fa seguire, a scopo preventivo ma anche curativo, una dieta apposita che serva per controllare il tartaro e la placca. Ovviamente si tratta solo di modificare alcuni alimenti perciò in molti casi (non essendo nulla di drastico) non c’è bisogno del consulto del veterinario, che comunque è sempre bene contattare.

Possiamo dare al cane le ossa di bisonte ma attenzione alle ossa cotte, che si possono scheggiare provocando la perforazione dell’intestino ma anche altre problematiche molto serie come il soffocamento. Almeno una volta all’anno inoltre facciamo controllare i denti del nostro cane dal veterinario, magari, per praticità, facendo in modo che il giorno coincida con quello del controllo generale della salute, previsto tipicamente una volta all’anno per prelievi e richiami delle vaccinazioni.

Esistono dei prodotti a forma liquida da inserire nell’acqua e nella pappa che servono per combattere il tartaro. A questo però va comunque abbinata una buona igiene orale, dato che non si può soltanto pensare di mantenere stabile la situazione attraverso l’utilizzo di queste sostanze, che sono comunque molto utili nella prevenzione.

Teniamo sempre a mente che, come detto, è necessario lavare i denti al cane ma attenzione a non scegliere dentifrici per esseri umani, che contengono fluoro e altre sostanze potenzialmente nocive per il nostro animale domestico. La carie nel cane in questo caso sarà efficacemente combattuta e riusciremo anche a prevenirla nel modo giusto, senza alcun problema per l’animale.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
5 / 5 (2 voti)

Leggi anche:

Come scegliere il lettino per cani?

dogitpanel

Come curare la costipazione nel cane

redazione

Sverminare il cane: ogni quanto?

redazione

Tartaro del cane: la prevenzione e cosa sapere

redazione

Il cane mangia l’erba: le nuove spiegazioni scientifiche

redazione

Diarrea del cane, cosa fare

redazione