Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Adozione Notizie

Adotta un cane e paghi meno tasse

adotta un cane

Il Comune di Rose, nel Cosentino, ha garantito a tutti quelli che preleveranno un cane o un gatto abbandonato dalle strutture convenzionate con il Comune uno sconto per 4 anni sulla tassa per i rifiuti che potrà arrivare fino a 250 euro.

Un progetto che si avvale anche dei social, dal momento che sulla pagina apposita si potranno condividere le foto dei cuccioli pronti per essere dati in affido e si potrà presentare la propria domanda di interessamento.

Si tratta di un progetto dalle valenze molteplici:

  1. alleggerire i costi che il mantenimento dei canili implica per la Pubblica Amministrazione: ogni anno in Italia si spendono 250 milioni di euro per prendersi cura di cani e gatti ospitati nelle strutture pubbliche
  2. alleviare il carico fiscale che pesa proprio sui proprietari di animali domestici, alle prese con spese già elevate, tra veterinari e cibo, che molto spesso rappresenta un deterrente all’adozione di un cane
  3. salvare cani e gatti, che nei mesi estivi in particolare vengono abbandonati.

Soluzioni di questo tipo si stanno moltiplicando.

Tra le varie tipologie di incentivi c’è il pagamento di una somma di denaro o il corrispettivo in buoni da spendere in generi alimentari e cure veterinarie.

A Pesaro, nelle Marche, il Comune dà un rimborso di 150 euro a chi porta a casa un cane o un gatto con più di cinque anni d’età.

Lo stesso dicasi per il comune di Calendasco, vicino a Piacenza, dove si prevedono 100 o 150 euro a seconda della taglia e dell’età dell’animale.

A Quistello, in provincia di Mantova il contributo di 200 euro viene garantito sotto forma di buoni alimentari e visite veterinarie.

A Terni il bonus da 150 euro in buoni alimentari è concesso ogni anno solo ai primi cinquanta cittadini che si recano alla struttura.

A Pordenone il contributo è di 250 euro, 125 dopo un mese, il resto dopo un anno, mentre a Montereale Valcellina il contributo è di ben 750 euro, 500 dopo un mese, 250 trascorso un anno, e addirittura il comune di Cinigiano, in provincia di Grosseto, assegna 1000 euro, 600 al momento dell’affidamento e i restanti 400 trascorsi sei mesi.

Insomma, in queste realtà sarebbe proprio il caso di dire: adotta un cane, non ne risentirà la tasca, ma soprattutto ne guadagnerà il cuore!

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)