Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Comportamento

Come gestire il cane dominante

Cane dominante

Il cane dominante, secondo le regole dell’educazione, non va tecnicamente rimproverato né bisogna ridurre questo tipo di dominanza, ma semplicemente imporsi comportandosi da alfa anche se è il cane che vorrebbe esserlo. Tendenzialmente questo tipo di cane vuole sempre imporre il suo dominio, comportandosi talvolta in un modo che può mettere a disagio il proprietario; ecco cosa bisogna fare.

L’educazione del cane dominante

E’ necessario aprire un grande capitolo sull’educazione del cane dominante in quanto vecchie linee di pensiero, che fino a poco tempo fa sono state utilizzate anche dagli esperti e spessissimo, sostenevano che fosse necessario imporsi il doppio di quanto il cane facesse con noi, arrivando anche ad utilizzare tattiche discutibili. Invece, secondo i nuovi studi etologici sulle gerarchie, tale comportamento va soltanto mitigato per migliorare la convivenza ma non va ostacolato né rimproverato eccessivamente.

Tiranneggiare il cane, magari imponendosi anche fisicamente, è assolutamente sbagliato e non serve, anche perché il cane dominante non deve essere inibito. La cosa migliore per l’addestramento è utilizzare un clicker e cominciare ad insegnare al cane i comandi base: in questo modo il rapporto si rafforzerà e il cane comprenderà che siamo noi a mostrargli qual è il giusto comportamento da tenere.

Molto spesso il cane dominante si comporta aggressivamente con i suoi conspecifici: tale comportamento va spesso corretto da un educatore cinofilo professionista, ma se non è molto grave si può tentare ad avvicinarlo gradualmente ai suoi simili, facendolo stare seduto quando la distanza è ancora sufficiente e premiandolo se si comporta bene. Ovviamente il tutto deve svolgersi sotto l’occhio vigile del proprietario perché, se il cane già ha mostrato aggressività, la situazione potrebbe degenerare.

Migliorare la convivenza con il cane dominante

Non solo le persone, a volte, possono avere un carattere difficile: vale la stessa cosa per i cani! Per migliorare la convivenza e poter vivere al meglio, è consigliato fornire una serie di distrazioni al nostro animale domestico, in modo tale che non possa essere più annoiato (cosa che peggiorerebbe i suoi comportamenti, soprattutto se a volte sono di tipo distruttivo). Passiamo molto tempo con lui, regaliamogli dei giocattoli e mettiamo in pratica magari dei giochi di attivazione mentale, ad esempio inserendo dei bocconcini congelati nei suoi giocattoli.

Diamo la possibilità al cane di svolgere tantissimo esercizio fisico: a volte non si tratta né di dominanza né di aggressività, caratteristiche che comunque non vanno confuse, ma semplicemente di energie che non sono state liberamente sfogate e ciò accade soprattutto nelle razze che sono state selezionate per il lavoro e che quindi hanno bisogno di svolgere una certa attività. Liberiamo il cane in area cani, giochiamo con il frisbee e se necessario insegniamogli a fare agility oppure a svolgere del nuoto.

Bisogna sottolineare che molto spesso è il proprietario a dover cambiare modo di comportarsi e mentalità: teniamo presente che se saremo aggressivi non andremo da nessuna parte, che ciascuno ha il suo carattere (anche i cani!) e che bisogna riconoscere le nuove tecniche di educazione, che si basano sul rinforzo positivo e sulla gentilezza come modo di porsi verso il cane.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)

Leggi anche:

Saluki

dogitpanel

Setter Irlandese

dogitpanel

Welsh Corgi Pembroke

dogitpanel

Jack Russell Terrier

dogitpanel

Manchester terrier

dogitpanel

Bovaro delle Fiandre

dogitpanel