Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Comportamento

Come gestire il cane che non dorme

Cane che non dorme

Il cane che non dorme può spesso infastidire i proprietari che però devono essere assolutamente pronti a questa evenienza, soprattutto se il cane è cucciolo o è stato appena adottato o comprato. La sera spesso il cane inizia a piangere, vuole giocare, abbaia e dunque può rivelarsi in un certo senso ingestibile durante le ore notturne. Ma ecco cosa fare.

Come gestire il cane che non dorme

Una delle cose che vengono maggiormente consigliate per la gestione del cane che non dorme, è quello di dare vita ad un ambiente confortevole che possa richiamare, nell’aspetto e nello stile, quello che il cane avrebbe cercato in natura per sentirsi sereno. Anche se molte persone sono contrarie, il kennel o il trasportino, di dimensioni adatte e ben allestito, può essere fonte di tranquillità e serenità per l’animale domestico.

Difatti il cane ci si rifugerà ogni volta che lo riterrà opportuno, ma soprattutto potrà trascorrerci la notte. Va bene una coperta, anche un suo gioco e se il cucciolo è piccolo gli si può affiancare un orologio che gli ricorderà molto il tipico suono del battito cardiaco della madre (regolare e quindi rilassante).

Alcuni proprietari hanno però per abitudine quella di far rinchiudere il cane nel kennel quando fa qualcosa di sbagliato. Si tratta di una sorta di punizione che però è sbagliatissima, in quanto gli spazi ristretti come il trasportino o le gabbie devono essere viste come un luogo sicuro e confortevole, in cui trovare serenità. Ovviamente il cane non deve passarci tutto il giorno ma solo i momenti in cui riposa: non si tratta certo di una prigione ma di momenti di tranquillità. Lì il cane deve trascorrere la notte.

E’ anche consigliato, qualora il cane si comporti in modo agitato, di stabilire una routine serale: ad esempio una passeggiata, poi giochi e sonno. Dopo un po’ il cane imparerà.

Insonnia per problemi di salute?

E’ necessario, a meno che le circostanze non suggeriscano chiaramente un’insonnia per agitazione (come nel caso del cucciolo appena arrivato nel nuovo ambiente), escludere problemi di salute. Questi ultimi possono essere sospettati se il cane fosse anziano o adulto e non avesse mai manifestato problemi di questo tipo.

Se il cane ha già una “routine di tranquillità”, è abituato a dormire regolarmente da anni e non ha alcun tipo di problema, probabilmente sta manifestando un problema di salute. E’ possibile che voglia svegliare il proprietario per uscire ed espletare i bisogni che non riesce più a trattenere per i più svariati motivi, o è possibile che abbia dolori o che qualcosa sia cambiato nel suo stato di salute generale: per tale ragione dobbiamo prestare attenzione anche ai comportamenti che il cane ha durante il giorno.

Se invece si tratta di un cucciolo appena adottato, è estremamente probabile che debba trascorrere del tempo e che quindi debba ambientarsi. Diamogli un po’ di tempo e poi rivolgiamoci al veterinario di riferimento se la situazione non cambia. Ma non possiamo certo prendercela con il cane: probabilmente la cosa sarà stancante, ma la dobbiamo tenere a mente prima dell’adozione.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)

Leggi anche:

Depressione del cane: i sintomi e le cure

redazione

Mosley, il cane dal muso storto: la sua commovente adozione

redazione

La vita del cane: come allungarla, cosa sapere

redazione

Aiutiamo Ciacky a trovare una nuova casa!

dogitpanel

Come insegnare il riporto al cane

redazione

Sterilizzazione del cane, quando e perché

redazione