Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Curiosità

L’olfatto del cane: vero miracolo di madre natura!

L’olfatto del cane

Tale padrone tale cane si suole declamare, e se c’è un fondo di verità in questa affermazione, essa non riguarda certo la capacità olfattiva: l’olfatto del cane, infatti, è fino a 100 mila volte più potente di quello umano!

Ciascuna delle narici di Fido è più piccola della distanza che la separa dall’altra: questo significa che ognuna percepisce l’odore di una distinta regione spaziale (cosa che gli permette di localizzarne la provenienza).

Una volta all’interno del tartufo, l’aria entra in contatto con 300 milioni di recettori olfattivi, di contro agli appena 6 milioni umani, per poi essere processata dalla corteccia olfattiva, che nel cane occupa il 12,5 % della massa totale del cervello, di contro a quella umana che ne ricopre appena l’1%.

Cosa riesce a fare l’incredibile olfatto del cane

Le capacità olfattive di Fido si estrinsecano fin da subito, tant’è che i cuccioli riescono a trovare la madre quando ancora i loro occhi non sono completamente aperti, solo grazie a dei sensori di calore posti sul muso.

Da quel momento in poi il loro fiuto non fa che affinarsi ulteriormente, soprattutto se viene indirizzato con lo specifico addestramento.

Così ad esempio, dal momento che possono percepire oggetti a grandissime distanze, anche se nascosti diversi metri sotto terra, vengono adoperati per la caccia al tartufo.

Ovviamente, grazie al loro naso, percepiscono feromoni, urine, feci, pelle e capelli delle persone, per cui individuano la presenza umana, ed è per questo che, ad esempio, durante la guerra del Vietnam gli statunitensi li utilizzarono per individuare i soldati nemici nascosti o pronti all’agguato.

Eppure molte sono le informazioni che il tartufo trasmette, al di là della “semplice” presenza umana, permettendogli di distinguere tra uomo e donna, di “sentire” ciò che hanno mangiato, toccato, se hanno recentemente partorito.

E addirittura sono in grado di rilevare alcune malattie, come il cancro ai polmoni o alle mammelle (semplicemente annusandone il fiato) oppure quello alla prostata o alla vescica (odorandone le urine).

Sempre a proposito di malattie, è possibile allenare i cani a rilevare e allertare i padroni diabetici quando la glicemia nel sangue raggiunge livelli pericolosi.

E addirittura delle persone, tramite il loro naso, possono cogliere lo stato d’animo…

Ma la cosa forse più curiosa, che solo pochi sapranno, è che i cani possono anche annusare la presenza di policarbonato, adoperato nella fabbricazione di DVD: è per questo l’olfatto del cane viene utilizzato per scovare DVD falsi!

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
5 / 5 (1 voti)