Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Alimentazione

La dieta crudista per il cane

Dieta crudista

Dieta crudistaCi sono tante diete che vengono considerate nuove e per alcuni di moda, ma che in realtà nascondono o motivazioni etiche (come la dieta vegetariana o vegana) o motivi salutistici. Anche per i cani si stanno diffondendo diete differenti: ad esempio sta prendendo piede quella di tipo crudista. Ma è possibile metterla in pratica? E di cosa si tratta esattamente? Ecco cosa bisogna sapere sulla dieta crudista.

Cos’è la dieta crudista e cosa sapere

E’ necessario come prima cosa conoscere a fondo la dieta crudista, per sapere di cosa si tratta esattamente e se si adatta al nostro cane. Spesso si confonde il crudismo con il veganismo, ma in realtà questo è vero soltanto per le persone (che non potrebbero mangiare carne cruda): nel caso del cane si opta per la dieta crudista per altre ragioni, che poco c’entrano con la carne.

Si fa infatti per dare vita ad una sorta di ritorno alle origini, per rinunciare a tutti i cibi commerciali e per far nutrire il proprio animale domestico come facevano gli antenati (ossia i lupi). Nessuna parte della dieta ‘normale’ viene eliminata: il cane mangia carne, organi, frutta e verdura, ossa e altre cose che si potrebbero trovare in natura.

I sostenitori della dieta crudista, tra cui anche dei veterinari e degli esperti, sono convinti che questo tipo di alimentazione possa migliorare la qualità della vita del cane facendolo restare più a lungo in salute, in quanto del tutto naturale, come lo sarebbe se il cane non fosse un animale domestico ma selvatico.

Come impostare la dieta crudista per il cane

La prima cosa da fare è pesare il cane, in quanto secondo le regole c’è bisogno di 200 grammi ogni 10 chili di peso corporeo. I cani attivi devono mangiare più di quelli che svolgono una vita sedentaria mentre i cuccioli hanno bisogno di un tipo di alimentazione diversa (e vista l’età delicata sarebbe preferibile rivolgersi al veterinario).

Quasi tutti i tipi di carne vanno bene: pollame, manzo, maiale, pesce, ma anche varietà meno diffuse come bisonte, cervo, anatra e struzzo. Anche gli organi fanno parte della dieta crudista, soprattutto il fegato ma anche cervello, milza, reni, testicoli o occhi. La trippa verde, ossia quella che non è ripulita, si trova in tutti i supermercati ed è una parte fondamentale della dieta crudista poiché molto nutriente.

Mettiamo da parte carni ed ossa, congelandole, così potremo riutilizzarle per i giorni successivi. Ricordiamoci di inserire nella dieta anche frutta e verdura, preferibilmente entrambe biologiche ed ovviamente crude. C’è chi sceglie di far seguire al cane una dieta prettamente carnivora, ma secondo alcuni veterinari sarebbe preferibile, proprio per possibili problemi di salute, far seguire al cane una dieta varia.

Attenzione quando diamo le ossa al cane, monitoriamolo perché se ingerite possono provocare la perforazione dell’intestino. Controlliamo anche frequentemente il peso dell’animale e le sue feci, verifichiamo se ci sono dei cambiamenti nello stato di salute generale e rivolgiamoci al veterinario.

Secondo molti infatti è sufficiente mettere in pratica un’alimentazione casalinga e non una dieta crudista: ciò dipende dal pensiero del medico, quindi approfondiamo e ricordiamo che la cosa più importante non è il nostro pensiero, ma la salute del cane che dev’essere messa al primo posto. Indipendentemente dalla dieta crudista.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)

Leggi anche:

Come tagliare le unghie del cane

redazione

Dieta grain free per cani: in cosa consiste?

dogitpanel

Il tuo cane è in sovrappeso? Ecco cosa fare

dogitpanel

Come curare la costipazione nel cane

redazione

Diarrea del cane, cosa fare

redazione

Alimentazione casalinga: come preparare il cibo fatto in casa per il cane

dogitpanel