Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Alimentazione

Dieta per il cane con insufficienza renale

Insufficienza renale del cane dieta

Insufficienza renale dietaL’insufficienza renale è purtroppo una condizione molto comune tra i cani, che se tenuta sotto controllo normalmente non degenera e si manifesta soprattutto nei soggetti più anziani. Si tratta di una patologia che dev’essere diagnosticata dal veterinario attraverso le opportune analisi (in particolar modo del sangue); una volta conclamata è indispensabile procedere con le cure e cambiando l’alimentazione.

La dieta per l’insufficienza renale del cane

In primo luogo non è possibile agire in base alle indicazioni che ricordiamo a grandi linee, in quanto rischieremmo soltanto di nuocere alla salute del cane. E’ indispensabile che sia il veterinario a dare una dieta precisa, spiegando esattamente cosa dobbiamo fare e quali sono le precauzioni da tenere a mente. Ciononostante, ci sono delle cose che bisogna assolutamente tenere a mente quando si ha a che fare con un cane affetto da insufficienza renale.

Ricordiamo che esistono in commercio molteplici cibi umidi (il secco non è ben tollerato nel caso di una condizione di insufficienza renale) chiamati appositamente “Renal“, anche delle marche più conosciute ed apprezzate, che hanno già al loro interno tutto ciò di cui l’animale ha bisogno e niente che gli possa far male. In alcuni casi si sceglie l’alimentazione casalinga proprio per evitare quella di tipo industriale sulla cui qualità si sono sollevate, nel tempo, diverse polemiche.

Un elemento importantissimo nella dieta è l’acqua, soprattutto nel cane che ha problemi renali. E’ utile per eliminare una giusta quantità di tossine, per questo non deve mai mancare e se il cane non ne ha voglia, la si può aggiungere ai cibi per renderli più liquidi e migliorare la funzionalità renale. Non dimentichiamo di non aggiungere il sale negli alimenti che mangerà il cane: non possiamo farlo normalmente ed è sconsigliatissimo, a maggior ragione, in questi casi. Evitiamo il fosforo e riduciamo l’apporto di proteine nella dieta, rivolgendoci al veterinario per sapere con esattezza la quantità da non superare.

Infine, come detto, se optiamo per un’alimentazione industriale scegliamo esclusivamente cibi umidi, maggiormente tollerati.

Insufficienza renale: carne, pesce e verdure

Ovviamente carne e pesce non devono essere esclusi dalla dieta del cane affetto da insufficienza renale, sebbene anche su questo punto ci siano dibattiti che non trovano comunque un riscontro scientifico effettivo (almeno nel caso di animali con patologie).

Il pollo ed il vitello sono assolutamente adatti nell’alimentazione specifica per l’insufficienza renale, e potremo anche integrare l’albume d’uovo, che i cani trovano appetitoso. Anche agnello, fegato e maiale non sono proibiti; attenzione invece al pesce, perché soltanto pochi sono ammessi. In linea generale soltanto il merluzzo e la spigola. Aggiungiamo ai piatti riso bianco, guscio d’uovo tritato ed olio d’oliva, che renderanno più gustose le pietanze offrendo anche dei benefici al nostro cane.

Non dimentichiamo di aggiungere anche la verdura e la frutta, che in genere si può far mangiare tranquillamente (tranne quella con il fosforo o già normalmente vietata): via libera a cetrioli, fagiolini, zucchine, carote, melanzane, piselli, broccoli, rape e ravanelli. Integriamo mele, pesche, angurie e mele.

Se abbiamo dei dubbi andiamo dal nostro veterinario di riferimento.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
5 / 5 (1 voti)

Leggi anche:

Dieta grain free per cani: in cosa consiste?

dogitpanel

Il cane mangia l’erba: le nuove spiegazioni scientifiche

redazione

Il cane mangia le feci: perché e cosa fare?

redazione

Il cane puzza: perché e cosa fare

redazione

Vermi del cane, cosa sono e come identificarli

redazione

Tartaro del cane: la prevenzione e cosa sapere

redazione