Come addestrare un cane da tartufo



Vuoi insegnare al tuo cane ad andare a caccia di tartufi? Innanzitutto è bene che tu sappia che è la legge ad importelo, e che non esistono razze non portate per questa missione: anche i bastardini, infatti, si dimostrano propensi alla caccia al tartufo. Le caratteristiche di un cane di questo genere sono dunque la concentrazione, l’intelligenza e soprattutto la tolleranza di lunghe sessioni di caccia. Vediamo dunque come addestrare un cane da tartufo!

Come addestrare un cane da tartufo?

Il primo passo per addestrare un cane da tartufo è farlo esercitare per molte ore, simulando questo tubero con una pallina contenente al suo interno alcuni pezzettini di tartufi. Per insegnargli ad andare a caccia di questo alimento, dovrai innanzitutto trasformare il tuo cucciolo in un cane da riporto, dunque in grado di restituirti la pallina “tartufata” che gli hai lanciato!

Fatto questo, potrai alzare il livello della sfida posizionando la pallina fra l’erba alta e facendo esercitare il fiuto del tuo cane, che dovrà essere sempre più abile: in questo modo lo aiuterai ad associare la ricerca all’odore del tartufo, trasformandolo in un cacciatore provetto. Successivamente, dovrai aumentare la difficoltà posizionando la pallina prima in un fosso, e poi sotterrandola!

Cani da tartufo: alcuni consigli utili

Adesso che sai come addestrare un cane da tartufo, potresti apprezzare alcuni consigli utili: innanzitutto dovrai essere bravo a non far stancare il tuo cane, facendolo riposare quando ti comunica di aver bisogno di una pausa. Inoltre, accertati sempre di aver creato fra di voi un legame davvero solido, tramite il sistema delle ricompense e l’allenamento quotidiano. E assicurati di cominciare ad addestrare il tuo cane sin dai primi mesi di vita. Infine, quali sono le razze più indicate per la caccia al tartufo? Quelle dotate di fiuto proverbiale, come ad esempio il pointer, il setter, il bracco, lo spinone e ovviamente il labrador!

Commenta

Your email address will not be published.